Oggi conosciamo Costanza Zangheri, atleta professionista che ha praticato per 20 anni la scuola sci, inizialmente presso lo sci club Eur per poi trasferirsi nello sci club Vulcano a Roccaraso. Costanza, lo scorso anno, ha superato le selezioni da maestra di Sci per la Regione Lazio.

Costanza, qual è l’età più adatta per mettere i bimbi sugli sci?

L’età migliore, per iniziare a sciare, è quella tra i 4 ed i 5 anni. Ovviamente poi dipende anche dal bambino e dalla sua predisposizione per questo sport.

Quali sono i problemi più frequenti che si verificano quando un bimbo è alla sua prima esperienza sugli sci?

Il problema principale, durante la prima lezione di un bambino piccolo, è cercare di farlo ambientare trovandosi il piccolo in un posto diverso in cui affronta una cosa nuova per lui. Molti cercano i genitori perché non conoscono il maestro quindi, la cosa principale, è far capire loro che possono fidarsi di te e che si divertiranno. E’ necessario cercare di presentar loro l’allenamento quasi fosse un gioco: per questo esistono molti esercizi e giochi di squadra per il primo approccio che portano i bimbi ad amare questo sport.

È corretto impegnare il bimbo alla prima esperienza per 5 o 6 giorni consecutivi di lezione?

Questo dipende: ovviamente più il bambino scia, più impara. Non bisogna però farlo stancare troppo: deve essere un piacere sciare.

Bimbi sugli sci 6

È più semplice insegnare ai bambini o alle loro mamme e papà, ovvero agli adulti?

Sotto certi punti di vista è più facile insegnare agli adulti, in quanto comprendono meglio il linguaggio e son più chiari nello spiegare i loro problemi. Al tempo stesso i bimbi sugli sci non hanno paura, quindi quello che tu proponi di fare loro lo mettono in pratica e, in molti casi, apprendono prima.

Quale consideri un elemento fondamentale nell’attrezzatura da sci?

Il casco: per ogni età e livello.

Qual’è il motivo per cui consiglieresti alle mamme e ai papà di oggi di avviare i loro bimbi a questa attività sportiva?

Innanzitutto è uno sport che si pratica all’aria aperta; inoltre insegna la disciplina, si impara a lavorare con gli altri e ad essere dei buoni compagni di squadra, soprattutto nel caso in cui i bambini inizino un percorso di sci club. Si imparano a gestire le delusioni, nel caso in cui non si ottengano le vittorie sperate; si impara a prefissarsi degli obiettivi e a lavorare duro per raggiungerli. Inoltre è un’occasione per fare amicizia: ogni giorno si conoscono persone nuove! Possiamo sicuramente affermare che sia uno sport completo sotto tutti i punti di vista.

Il ricordo più bello che ti lega a questo mondo?

Non ne ho uno in particolare. Sono tante le cose belle che mi legano a questo mondo! Mi ha dato tante soddisfazioni sotto ogni punto di vista: mi ha insegnato tanto, soprattutto a fare le cose con passione perché anche il meno bravo tecnicamente, se si prefissa un obiettivo e lavora duramente e con costanza, raggiunge ciò che più desidera… e le soddisfazioni saranno ancora più grandi!