Mi piace viaggiare. Oltre al tempo che dedico a pensare, ad osservare e vivere nuove avventure, viaggiare è sinonimo di scoperta, di relazioni nuove, di incanto. Già. Mi incanto ad approfondire la conoscenza con le persone che incontro, cercando di capire la storia che si cela dietro ognuna di loro.

Trattoria Da Maria

Da Maria, a Fano, ci sono capitata per caso.

Cercavo un locale tipico, non il solito ristorante da banchetti, ma una trattoria di pesce caratteristica, unica, come è appunto la Trattoria Da Maria a Fano. Un piccolo locale dall’atmosfera particolarissima: appena entrata mi ha accolta la visione di un tavolo pieno di libri al punto che ho subito pensato “una trattoria letteraria è proprio quello che cercavo!”

 

 

La trattoria da Maria è molto di più. E’ delicatezza nei modi, è gentilezza ed educazione che credevo perdute. E’ quella sensazione di orgogliosa umiltà che traspare dal volto sorridente e dolce di Domenica (la figlia della signora Maria) mentre ti fa accomodare, ti spiega i piatti e ti offre con gioia, la possibilità di indossare la meravigliosa collezione di cappelli che ha in un angolo.

Ma la sorpresa è nel cibo.

La tradizione ed il rispetto della stagionalità è presente nei piatti di pesce che Maria prepara nella sua cucina: solo il pescato del giorno! Maria racconta di una storia di 50 anni di vita del locale che si assapora in ogni cosa conservata con cura e che fa capolino dalle mensole. Moglie di un pescatore, ha imparato forse proprio dal marito lo scandire la lentezza del tempo: come il pescatore aspetta che termini la lunga attesa della pesca, così Maria ha imparato a rispettare il mare, questo compagno di vita da cui bisogna prendere solo quello che lui vuole dare. 

Cosa si mangia alla Trattoria Da Maria

Troverete il pesce da Maria solo quando quei pochi pescatori di fiducia da cui si rifornisce le porteranno il pescato del giorno: panocchie (nelle marche chiamate canocchie) naselli, mormorine, sogliole tenerissime, rana pescatrice e piccole vongole tipiche dell’adriatico.

Pesce freschissimo cucinato a vapore e servito in un largo vassoio d’acciaio, condito in maniera molto semplice con olio “buono” e qualche odore di stagione.

Domenica serve il pesce accompagnandolo con pane di lievito madre preparato con farina integrale, leggermente bruscato e coperto da un filo di olio nuovo. Chiedete la polenta macinata a pietra e cotta alla brace, servita con vongole freschissime: è una delizia per il palato!

I dolci? Naturalmente molto semplici! Io ho preso una torta soffice (tipo torta margherita) realizzata utilizzando il cremor tartaro (un agente lievitante naturale estratto dall’uva) ed uova freschissime!

Un trionfo di semplicità e genuinità.

 

Solo 25 posti per questo posto incantevole dove il tempo sembra essersi fermato. Completano l’atmosfera i candelieri con cera a cascata multicolore ed un sottofondo musicale di Indie Rock. Veramente il TOP del gusto gipsy!

Finito di mangiare chiedo a Domenica di salutare Maria. Non l’avevo ancora vista ma la figlia mi parlava di lei come se la conoscessi da tempo. Non potevo andare via senza salutarla. E’ uscita Maria dalla sua cucina, aggraziata e leggera, tra le mani un canovaccio da cucina, scusandosi per averle un po’ umide per non averle asciugate bene. L’ho abbracciata Maria.

Grande piccola donna che aiuta le tradizioni a rimanere vive nel tempo!

Dove si trova la Trattoria Da Maria

E’ facile da trovare: Via IV Novembre, 86, 61032 Fano PU

Provate a telefonare prima perchè se non le hanno portato il pescato del giorno è possibile che non apra al pubblico. Questo è il numero 0721 808962

Altre informazioni le trovate sulla sua pagina facebook

 


Alessandra OrtenziAlessandra Ortenzi

Web Journalist, Social Media & Digital PR

Facebook FanPage

Twitter Profile

Instagram Profile

Linkedin Profile

WebSite