Lo sapete quanti sono i mercatini di Natale sparsi per l’Europa? Ne ho visitati diversi. Tanti sono quelli famosi: il tradizionale mercato di Bolzano, quello di Merano dove ho imparato a cucinare dalla simpatica Mary la tipica Zuppa Gallese e poi il mercato più musicale d’Italia, quello di Rovereto, paese conosciuto per le campane!

Ci sono poi dei luoghi più piccoli, meno noti che, in ogni caso, conservano tradizioni, usanze e piccoli segreti della terra che li ospita. Mi sono addentrata nel web per scoprirne alcuni legati all’Italia più nascosta ed ho cominciato da un posto in cui ho ricordi legati alla mia famiglia da parte di madre: Morcone, nel Sannio.

Credits photo: sito del Comune di Morcone

Credits photo: sito del Comune di Morcone

Mia madre, a domanda risponde sempre che lei è Sannita.

Questo la dice lunga sulla tradizione orgogliosa di questa terra e dei suoi abitanti. Leggende che si intrecciano con le usanze legate alla terra, al raccolto, ai lunghi inverni rigidi. Da qui la curiosità di approfondire la conoscenza del programma natalizio di Morcone. Anche qui si svolgeranno i tradizionali  MERCATINI di NATALE. Ma, credetemi, vale la pena raggiungere questo piccolo “presepe” per scoprire uno dei posti più belli del cuore dell’Italia.

Morcone è un piccolo paese incastrato tra le montagne, 5000 abitanti scarsi, in provincia di Benevento. Non è un luogo molto conosciuto ma fa parte di quel patrimonio artistico/culturale di un’Italia che sembra nascondersi in mezzo ai clamori della modernità, ma fa sentire la sua voce. Lo fa attraverso un sito fatto veramente bene www.morcone.net  in cui si percepisce la volontà di diffondere tante notizie dell’attività di questo piccolo centro: dalla videopillola della cerimonia d’insediamento del nuovo parroco alle tante iniziative che si snodano per le strade in salita del paese antico. Il 17 dicembre avrà inizio anche IL BORGO DEI PRESEPI una manifestazione ricca di eventi, durante la quale potranno essere visitati i presepi allestiti per l’occasione fino alla partecipazione del tradizionale e famoso presepe vivente del 3 e 4 gennaio.

Molto invitante anche la degustazione dei prodotti tipici che fanno parte della storia presepiale dell’alimentazione: questo vuol dire che si potranno assaporare i gusti di un tempo di tutti quegli alimenti raccontati, rappresentati e mai dimenticati dei presepi antichi.

La caratteristica morfologica propria di Morcone, che ricorda proprio un presepe napoletano, sarà sicuramente la cosa che affascinerà maggiormente chi avrà la fortuna di trovar posto tra le viuzze: potrà “vivere un’esperienza a scala umana del presepe, la condivisione di un’esperienza che i cittadini di Morcone vivono nel loro “straordinario quotidiano”.

nonno

Chissà… potreste scorgere, tra le figure del presepe vivente, un mugnaio di nome Giovanni che somigli al mio piccolo grande nonno. Un uomo dell’800 ma con gli occhi puntati sempre al futuro. Potrebbe avere le grandi mani sporche di farina, e nella tasca, nascosto tra le pieghe del tessuto, un mazzo di carte napoletane per giocare ad “Asso piglia tutto” con voi, in cambio del racconto di come è cambiato il mondo dagli anni 80 ad oggi!

Alcune foto di Morcone (credits to comune.morcone.bn.it)

 


Alessandra Ortenzi

Alessandra Ortenzi

Web Journalist, Social Media & Digital PR

Facebook FanPage

Twitter Profile

Instagram Profile

Linkedin Profile

WebSite