Non ero mai stata a Verona. O meglio, la mia precedente visita di Verona era stata così veloce e così fugace, circa 20 anni fa, che non avevo colto l’essenza di una città così particolare ed affascinante.

Sono stata a Verona per lavoro e questo mi ha consentito di raggiungere la città scaligera con un giorno d’anticipo rispetto all’evento e godermi 48 ore a disposizione per vivere la città sia di giorno che di notte.

Sono arrivata un pomeriggio in mezzo alla settimana grazie al collegamento velocissimo ed economico tramite Italo (se vi iscrivete alla newsletter potrete ricevere continue offerte che vi consentiranno di prenotare i vostri viaggi con anticipo e risparmiare anche il 50% a tratta, e fare l’upgrade alla 1° classe con lo stesso prezzo della 2°). Da Roma a Verona sono circa 3 ore e mezza di viaggio, trascorse a chiacchierare e immaginare cosa la città denominata “La Porta d’Italia” potesse svelarmi all’arrivo.

Arena tramonto

La vera fortuna è stata trovare alloggio in un B&B meraviglioso “Verona WIne Suite” a pochi passi dal Palazzo della Gran Guardia nella centralissima Piazza Brà. Oltre al fatto di avere a disposizione un appartamento meraviglioso, completamente ristrutturato, in un palazzo del settecento curatissimo e tranquillo, il vero valore aggiunto è stato dato dalla vicinanza con il centro storico e dalla facilità con la quale ho potuto visitare Verona a piedi. Ho cominciato subito la mia escursione perchè la mia meta era l’aperitivo a Piazza delle Erbe!

Visitare Verona ArenaQuindi ho attraversato i Portoni della Brà con il caratteristico orologio, e sono entrata nella Piazza: davanti a me il salotto della città e in fondo l’Arena! L’anfiteatro romano (uno dei 200 e più anfiteatri costruiti in tutto l’Impero Romano) è una struttura del I° secolo, conservato egregiamente grazie alla particolare cura prestata durante le fasi di restauro in tutti questi lunghi 2000 anni! Incredibile che non ci siano particolari barriere a dividerlo dalla città e che in questo posto meraviglioso si siano tenuti i concerti di star internazionali famosissime: Dai Pink Floyd a Sting, dai Dire Straits ai Deep Purple!

Proseguo la mia escursione camminando attraverso la piazza, dopo aver visitato l’Arena, e percorrendo tutta Via Mazzini fino a Piazza delle Erbe, un posto veramente delizioso con l’imponente Torre dei Lamberti che osserva dall’alto dei suoi 84 metri quella che di fatto è la piazza più antica di Verona, fulcro delle attività del mercato (ancora presente in tutta la piazza con installazioni permanenti che vengono sono ricoperte la sera).

Visitare Verona Piazza Erbe

Sosto affascinata guardandomi attorno cercando di catturare con gli occhi, seppur stia facendo buio, gli affreschi di alcune facciate, i colori della città scaligera che sta per addormentarsi. In fondo alla piazza, quasi di fronte a Palazzo Maffei, la nostra meta. La serata termina qui, con chiacchiere, spritz e uno sguardo alla luna perché Verona è la città più romantica d’Italia!

Visitare Verona Spritz

 

 


Alessandra Ortenzi

Alessandra Ortenzi

Web Journalist, Social Media & Digital PR

Facebook FanPage

Twitter Profile

Instagram Profile

Linkedin Profile

WebSite