E’ la domanda più diffusa tra le mamme che adorano fare sport: qual è lo sport più indicato in gravidanza? La Dottoressa Paola Lazzari torna con i suoi preziosi consigli e ci descrive le attività più adatte alle mamme in attesa.

 

E’ possibile continuare a fare sport durante la gravidanza?

La risposta è: assolutamente sì, se non si ha una gravidanza a rischio naturalmente.

In gravidanza è fondamentale non diventare pigre ma al contrario continuare a praticare costantemente una leggera attività fisica sia per non eccedere con i kg acquisiti, sia perché il movimento e attività fisica costituiscono la miglior forma di ossigenazione corporea sia per la mamma che per il feto.

Essere attive è importante anche per fronteggiare i disturbi più comuni come il mal di schiena, i problemi di circolazione alle gambe e la stipsi. Da non dimenticare poi l’effetto benefico sul sistema nervoso; attraverso un’attività fisica regolare è possibile infatti ridurre lo stress.

Infine muoversi durante i 9 mesi di gravidanza permette di arrivare preparati e in forma al parto, il momento in cui è necessario impiegare tutte le proprie energie psicofisiche e, con un fisico allenato ci sarà un notevole guadagno!

In gravidanza però non tutti gli sport e le attività sono consigliati.

Cerchiamo di capire insieme allora quelli che possono essere tranquillamente praticati in caso di gravidanze fisiologiche. Vi ricordo comunque, e non mi stancherò mai di dirvelo, di consultare sempre il vostro ginecologo prima di intraprendere qualunque attività sportiva.

Gli Sport indicati in gravidanza

 

Camminata

camminare è un’attività semplice e alla portata di tutti: spesso ne sottovalutiamo l’importanza. In gravidanza poi diventa ancor più benefica, una sana abitudine che andrebbe portata avanti ogni giorno per circa 20 o 30 minuti. Le uniche accortezze da avere sono: scegliere abiti e scarpe comodi, bere a sufficienza, riposarsi quando necessario e fermarsi in caso di crampi, dolori all’addome o altri sintomi.

 

Nuoto

Il nuoto è particolarmente consigliato in tutto il periodo di gestazione, ma è soprattutto verso la fine quando il peso del pancione si fa sentire che diventa davvero piacevole, poiché in acqua il peso del corpo è circa 1/6 di quello che si registra a terra. L’acqua agevola i movimenti, rende leggeri e a fronte di una minore fatica si riesce comunque a fare una buona dose di attività fisica; inoltre la pressione idrostatica migliora il ritorno venoso contrastando gonfiori e senso di pesantezza agli arti inferiori. Si può praticare nuoto con un insegnante, scegliere quello libero o ancora partecipare ad un corso organizzato appositamente per le gestanti. Altra disciplina che ultimamente è sempre più di moda, anche durante la gravidanza, è l’aquagym, che a ritmo di musica ci permette di svolgere attività fisica con tutti i benefici dell’acqua di cui abbiamo parlato finora. Anche in questo caso esistono dei corsi creati appositamente per le gestanti, con esercizi soft che si possono svolgere anche a gravidanza inoltrata.

 

Yoga

Lo yoga è sempre consigliato e in gravidanza può essere un modo efficace non solo per tenersi in forma ma anche per mantenere un contatto speciale con il proprio bambino soprattutto se ad esso si associa anche la meditazione. Se già si praticava si può continuare con il proprio gruppo, sarà cura dell’insegnante specificare quali posizioni e pratiche sono consigliate e quali no. In alternativa esistono veri e propri corsi di yoga per la gravidanza.

Per oggi ci fermiamo qui. Torneremo la settimana prossima per darvi altri consigli sugli sport da seguire durante la dolce attesa!

 

(photo credits pixabay.com)

 


Dott.ssa Paola Lazzari

Specialista in Ostetricia e Ginecologia

 

paolalazzari@hotmail.it