Gli effetti collaterali di una prolungata esposizione al sole, le insidie che si annidano nella sabbia e nell’acqua ed un decalogo utile per trascorrere una giornata al mare senza rischi. La Dottoressa Paola Lazzari torna con i suoi preziosi consigli per tutte voi!

 

Gli Effetti collaterali

Tra gli effetti collaterali più fastidiosi del sole durante la gravidanza ci sono inoltre i problemi di circolazione sanguigna e il “cloasma” ovvero un’iperpigmentazione della pelle che si manifesta con la comparsa di macchie brune soprattutto sul volto ( fronte , naso, labbra e zigomi).

 

Ricordate inoltre che

la pelle in gravidanza risulta più sensibile

a causa dello stato ormonale, quindi è opportuno sempre proteggersi adeguatamente prima dell’esposizione.

Altra accortezza molto importante è quella di non sedersi mai sulla battigia, sulla spiaggia o sul lettino, senza avervi posto in precedenza un telo da mare, che deve essere personale.

Il Decalogo di consigli utili

La Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO) ,ha riassunto in un decalogo per le future mamme tutti i consigli per trascorrere una giornata al mare senza rischi:

  1. Evitare l’esposizione al sole nelle ore più calde della giornata, comprese tra le 11 e le 16;
  2. Spalmare sul viso una crema del giusto livello di protezione, per evitare la formazione di macchie brune sulla pelle, destinate poi a rimanere;
  3. Idratare il proprio organismo bevendo circa 2 litri d’acqua ogni giorno;
  4. Evitare le bevande alcoliche, anche il semplice aperitivo;
  5. A tavola non consumare pesce o frutti di mare crudi per non correre il rischio di epatiti o altre parassitosi;
  6. Il nuoto può essere un buon modo per mantenere attiva la circolazione sanguigna degli arti inferiori;
  7. Non sovraccaricare lo stomaco con pasti molto pesanti o difficili da digerire. Preferire un’alimentazione leggera divisa in molteplici momenti della giornata. Opportuno consumare soprattutto frutta e verdura, evitando però quei frutti troppo zuccherini come ananas e fichi;
  8. Considerare il mal di testa come un campanello d’allarme e allontanarsi quanto prima dalla spiaggia (potrebbe trattarsi di un effetto dell’eccessiva esposizione solare);
  9. Attenzione anche a possibili cali di pressione, possibili conseguenze dell’esposizione solare;
  10. Stendere sempre un asciugamano personale sulla sabbia o sul lettino prima di poggiarsi, onde evitare infezioni.

 

Quindi care mamme, decalogo alla mano, telo da mare , cestino del pranzo e via verso la spiaggia per godervi un po’ di relax cullate dalla brezza e dalle onde….

 


 

(credit photo pexels.com)

 

Dott.ssa Paola Lazzari

Specialista in Ostetricia e Ginecologia

 

paolalazzari@hotmail.it